Skip links

Vendita e acquisto di auto usate: truffe e rischi più comuni

Vendita e acquisto di auto usate: truffe e rischi più comuni

La compravendita di auto usate sta vivendo un periodo di grande espansione in Italia. È auspicabile che trattativa e compravendita vengano seguiti da un soggetto terzo come un concessionario o un’agenzia di intermediazione. Spesso però le transazioni avvengono direttamente tra privati comportando alcuni considerevoli rischi. Sono infatti numerose le truffe in cui è possibile incorrere, sia per chi desidera vendere la propria auto sia per chi ne vuole acquistare una. Qui ti raccontiamo le truffe più comuni e come difendersi.

Le truffe più comuni per chi prova a vendere un’auto

Hai deciso di mettere in vendita la tua auto. Sei andato dal meccanico per accertarti che sia in perfetto stato, così da stabilire un prezzo di vendita in linea con le indicazioni del mercato. Hai provveduto a renderla bella, pulita, accattivante, hai scattato le fotografie necessarie, scritto tutte le informazioni che la riguardano e pubblicato il tuo annuncio sui portali di settore. Adesso sei pronto a valutare le offerte dei possibili acquirenti, ma devi prestare attenzione alle molte truffe in cui potresti incorrere.

Qui abbiamo raccolto le truffe in assoluto più diffuse.

  • Riciclaggio di denaro
    Sono numerose in tutto il mondo le persone che hanno la necessità di riciclare denaro sporco, che proviene quindi da attività illecite e illegali, oppure da attività che non sono state dichiarate ai fini fiscali. Spesso queste persone decidono di riciclare il denaro sporco proprio tramite la compravendita di auto usate. Come? Ecco l’iter che sono soliti seguire. L’acquirente, di solito estero, sembra avere molta fretta di concludere l’affare. Non vuole neanche prendere visione dell’auto ed è disposto persino a pagare un po’ di più del prezzo proposto. A trattativa ultimata, il truffatore effettua un bonifico al venditore, nettamente superiore però a quanto pattuito. L’acquirente afferma che si è trattato di una mera svista e chiede al venditore di restituire la cifra in eccesso tramite bonifico o, meglio ancora, tramite un servizio di trasferimento di denaro.
    Se accetterai, riuscirai a vendere la tua auto al prezzo pattuito, è vero, ma diventerai al contempo complice di un processo di associazione mafiosa con tutte le conseguenze del caso.

    Truffe auto usate: Riciclaggio di denaro.
  • Acquirenti dalla Costa d’Avorio
    È possibile che tu venga contattato da un acquirente che risiede in Costa d’Avorio, oppure da un altro paese africano. Di solito si tratta di acquirenti che affermano di aver bisogno di acquistare una vettura prima di venire a vivere in Italia. Hanno molta fretta e non hanno necessità di prendere visione dell’auto. Vogliono concludere l’affare il prima possibile insomma, ma affermano che è necessario sbrigare alcune pratiche locali. Ti diranno che entro un paio di giorni sarai contattato da un’autorità istituzionale della Costa d’Avorio. Ti indicheranno ovviamente anche il nome e ti daranno maggiori informazioni. Anche andando a controllare online quindi, ti sembrerà che sia tutto in regola. L’autorità istituzionale ti dirà che è necessario pagare una tassa pari al 10% del valore dell’auto per poter portare a compimento la transazione. Credendo che l’acquirente sia in buona fede effettuerai il pagamento della tassa. Ecco però che a quel punto perderai ogni traccia dell’acquirente. La tua auto sarà ancora parcheggiata in garage e tu avrai un bel po’ di soldi in meno in banca, una truffa in pieno stile!
  • Assegno non coperto
    È più che normale che chi vuole acquistare un’auto usata desideri pagare con assegno. Dopotutto si tratta di una cifra importante. Hai mai pensato però all’iter necessario per incassare un assegno? Dovrai recarti in banca e versare l’assegno sul tuo conto corrente, direttamente allo sportello oppure tramite ATM. In entrambi i casi però non avrai i soldi dell’assegno immediatamente a tua disposizione. Passerà qualche giorno prima che la banca si sia accertata che quell’assegno sia coperto, che cioè sul conto del venditore siano effettivamente presenti quei soldi. Se hai ricevuto un assegno scoperto e hai ormai venduto la tua auto sarà davvero complicato recuperare i soldi o l’auto. È bene ricordare che di solito questi truffatori sono in possesso di documenti di identità falsi e sono molto scaltri nel riuscire a fare sparire ogni traccia dell’auto, di solito portata nell’est Europa e con una targa diversa.Tuffa auto usate: Assegno non coperto.
  • Assegno falso
    Non solo assegni scoperti. Molti truffatori provano a pagare le auto usate con assegni circolari falsi. Se il truffatore non è alle prime armi, l’assegno è sicuramente realizzato alla perfezione e in possesso di filigrana. Impossibile per te capire che si tratta di un falso, possiamo assicurartelo! Credendo che l’acquirente sia in buona fede, incasserai l’assegno e venderai la vettura. Ti renderai conto che si tratta di un falso solo a compravendita ultimata e dopo attento esame da parte della banca. Avrai così perso la tua auto! Anche in questo caso è difficile risalire al truffatore, in possesso di documenti d’identità falsi e capace di far sparire una vettura nel nulla nel giro di un paio di giorni appena.
  • Contanti contraffatti
    Il tuo acquirente vuole pagare in contanti! Questa sembra davvero una bella notizia, così avrai i soldi immediatamente a tua disposizione. Non hai però considerato che quei soldi potrebbero essere falsi, contraffatti. Probabilmente credi di saper riconoscere dei soldi falsi, ma in realtà possiamo assicurati che non è così semplice come pensi. Altrimenti perché le banche hanno degli appositi macchinari per accertarsene!
  • Phishing
    Infine ci teniamo a fare un accenno alla possibilità di incorrere nel phishing. Un acquirente potrebbe cioè inviarti una mail in cui si dice interessato alla tua vettura. Inserisce nel testo della mail un link. Cliccando sul link dovresti accedere ad informazioni dettagliate sull’acquirente. In realtà invece ecco che un malware viene installato sul tuo computer, capace di rubare la tua identità ed eventuali dati sensibili.

Le truffe più comuni per chi vuole acquistare un’auto usata

Hai bisogno di acquistare un’auto, ma non hai un budget a disposizione sufficiente per recarti in concessionario e scegliere una vettura nuova. Devi necessariamente fare affidamento sul mercato delle auto usate, così da riuscire a risparmiare un bel po’ di soldi. Ma attenzione, purtroppo le truffe sono sempre dietro l’angolo.

Ecco le truffe più diffuse che devi prendere in considerazione se vuoi acquistare un’auto usata rivolgendoti direttamente ad un privato.

  • Richiesta di acconto da parte di una concessionaria straniera
    È possibile che tu abbia scovato una proposta allettante, magari ad un prezzo molto basso rispetto a quello di mercato, presso una concessionaria straniera. In realtà dall’annuncio sembrava che l’auto si trovasse in Italia, ma dopotutto non ha molta importanza dato che il gentile servizio assistenza parla di una realtà che opera in tutta Europa. Ti diranno che riceverai l’auto direttamente presso la tua abitazione e nel caso in cui non sia in linea con le tue aspettative potrai persino rimandarla indietro senza alcun tipo di problema. La concessionaria però ti chiede un acconto del 50%. Il resto lo pagherai alla consegna. Se invece rimanderai indietro l’auto, sarai rimborsato fino all’ultimo centesimo. Purtroppo però se davvero effettuerai il pagamento dell’acconto, puoi star certo che la concessionaria svanirà nel nulla e con essa anche i tuoi risparmi!
  • Truffa chilometri scalati
    Truffa auto usate: chilometri scalati.

    I chilometri che una vettura ha percorso incidono in modo importante sulla sua quotazione di mercato. Maggiori sono i chilometri percorsi, e maggiore è il rischio che l’auto possa incorrere in guasti anche piuttosto gravi, dato che alcuni componenti sono naturalmente soggetti a usura. Di conseguenza, l’auto si svaluta mano a mano che macina chilometri. I venditori di auto usate più scaltri sanno perfettamente che la loro vettura che ha percorso migliaia e migliaia di chilometri non ha un valore molto alto. E così manomettono il contachilometri. Ti troverai ad acquistare un’auto che segna 50.000 km percorsi, ad esempio, anche se in realtà ne ha percorsi 150.000. Questo significa che nel giro di poco tempo, spesso dopo appena qualche mese, ti troverai a dover portare la tua auto dal meccanico e ad affrontare ingenti spese di manutenzione.

  • Stato degli interni e della carrozzeria
    Dall’annuncio e dalle foto presenti sembrava che quell’auto fosse in perfette condizioni! Al momento della compravendita ti rendi conto che in realtà la situazione è ben diversa. Dopotutto basta poco per falsificare delle immagini oggi come oggi! Hai fretta di acquistare e il venditore lo sa bene. Proprio per questo fa di tutto per minimizzare i danni presenti, convincendoti a procedere e a comprare immediatamente. Peccato che l’auto non sia affatto in perfetto stato, anzi.

Come difendersi: le precauzioni valide per tutti

Le truffe in cui è possibile incorrere nella compravendita di auto usate sono numerose. Ecco alcuni consigli utili per difendersi, ideali sia per i venditori sia per gli acquirenti:

 

  • Mai accettare pagamenti in contanti.
  • Mai concludere una compravendita senza aver prima controllato in banca assegni e bonifici.
  • Non accettare di pagare un anticipo sulla vettura.
  • Fare affidamento solo su venditori e acquirenti che operano direttamente in Italia.
  • Vendere l’auto solo a chi desidera prenderne visione prima dell’acquisto.
  • Acquistare solo auto che è possibile visionare e magari anche sottoporre al giudizio del proprio meccanico di fiducia.
  • Controllare i dati del venditore o dell’acquirente, controllo che oggi come oggi può essere effettuato anche con una ricerca online su Google.
  • Verificare l’autenticità di ogni documento prima di procedere con la compravendita.
  • Controllare sempre tutti i dati dell’auto prima di procedere con la compravendita.

Le garanzie offerte da Vroom nella compravendita di un’auto usata

Se vuoi vendere o acquistare un’auto usata in modo sicuro, senza incorrere nel rischio di truffe, scegli Vroom la prima agenzia automobiliare italiana. Vroom ha una lunga esperienza alle spalle nella compravendita di auto usate. Verifica il reale stato delle vetture e la correttezza di tutti i documenti, garantisce trasparenza, velocità nella trattativa e massima soddisfazione per entrambe le parti in causa.

 

Scopri come Vroom ti protegge dalle truffe e contatta senza impegno il Mr. Vroom della  tua zona. Scoprirai professionalità, disponibilità verso il cliente, competenza.