Skip links

Noi non trattiamo auto.
E l’auto non è un mezzo di trasporto.

Perché con quell’oggetto a quattro ruote il più delle volte creiamo un rapporto variegato, fatto di emozioni spesso in contrasto.
Vendiamo la nostra vecchia auto? Ecco che si apre un distacco emotivo, che poi va ricucito. Compriamo una nuova auto? Ecco che nasce l’incertezza dell’incognito, che poi va superato. Perché se la tua vecchia auto è magari diventata un contenitore di ricordi, una compagna fedele e pronta a soddisfare tutte le nostre richieste, quella che diventerà la nostra nuova auto è invece un’avventura tutta da scoprire, da conoscere, da vivere giorno dopo giorno per farla diventare parte integrante della nostra vita.

Siamo pronti ad affrontare tutto questo?
Quanto stress comporta cambiare auto?
Non ci sono altri modi per farlo?

Per un professionista del settore, vendere un’auto vuol dire conoscere molto bene che cosa si genera nel cliente nei momenti dell’acquisto di un nuovo mezzo o della vendita del vecchio: una lotta interna tra emozioni contrastanti, uno stato emotivo solcato da riserve, resistenze, ripensamenti, dubbi e altri moti interiori. Che a volte paralizzano la scelta e soprattutto non generano il risultato positivo che tutti ricercano e si aspettano: la felicità.
Perché quel coinvolgimento personale di pensieri e stati d’animo si traduce sempre in un cofanetto intimo da mettere nel cruscotto della propria vita, in fondo, insieme a quel mazzo di chiavi che ci chiediamo sempre coma mai sia finite proprio li.
Cambiare auto è un’esperienza che riporta a galla la magia di quel momento in cui, da bambini, su quell’auto sognata fremevamo all’emozione di prendere per la prima volta un volante tra le mani.
La diatriba tra il passato che scivola via e il futuro che preme ci fa riflettere sulla necessità di vendere o comprare un’auto nella propria vita, prima o poi: è un’esperienza non banale, a cui scopriamo di non essere pronti quando accade, che non sappiamo come prepararci ad affrontare.
È vero, siamo persone sempre in cerca di esperienze emozionali volte a migliorare le nostre giornate e diano risposta alle nostre aspettative. E cambiare un’auto infatti non si riduce al banale passaggio di proprietà del vecchio macinino ereditato dal nonno.

Infatti vendere un’auto è un’arte delicata , sartoriale, modellata in punta di spillo.

È qualcosa di intangibile, difficile da spiegare ma banalmente semplice da descrivere, che racchiude un’esperienza da vivere in comodità e tranquillità.
Per iniziare a raccontare una storia e lasciare che prenda il suo cammino senza sapere come e quando finirà. Per creare quelle esperienze memorabili che possono spiegarsi solo con gli occhi di chi quell’auto la porta nel suo cuore.

Ecco perchè noi non trattiamo auto. Noi creiamo esperienze positive che migliorino il rapporto del pilota con la sua amata, esperienze che vadano oltre le strettoie del presente.

Per iniziare a raccontare una storia e lasciare che prenda il suo cammino senza sapere come e quando finirà. Per creare quelle esperienze memorabili che possono spiegarsi solo con gli occhi di chi quell’auto la porta nel suo cuore.