Skip links

Vi sentite fighi investendo in un’auto? Prestate attenzione ai costi piuttosto!

Vi sentite fighi investendo in un’auto? Prestate attenzione ai costi piuttosto!

Noi italiani abbiamo la convinzione che investendo in un’auto nuova di concessionario sia possibile riuscire a risultare belli, sensuali e anche piuttosto ricchi. Dopotutto è normale avere questa convinzione, dato che in Italia la macchina è un vero e proprio status symbol e dato che sono ormai disponibili in commercio innumerevoli modelli che consentono di esprimere la propria personalità ed essere sempre glam.

 

Anche voi vi sentite fighi, vero, ad investire i vostri risparmi in un’auto nuova? Vi immaginiamo mentre pensate a quella nuova vettura che avete visto qualche giorno fa dal concessionario, lucente, con gli interni che profumano di nuovo, con i vetri limpidi, senza neanche una macchia. Vi immaginiamo, con il vostro sguardo perso nel vuoto mentre sognate di guidarla! Vi immaginiamo mentre fantasticate: sognate di indossare i vostri occhiali da sole di marca, di sedervi sulla vostra nuova auto con i capelli appena tagliati, freschi freschi di parrucchiere, e un nuovo abito scelto proprio per l’occasione, di correre per le strade del centro, con il finestrino abbassato, alla ricerca di amici e conoscenti da far morire d’invidia, alla ricerca di un qualche modo per mettersi in mostra.

 

Vi immaginiamo, sì, mentre pensate e fantasticate su questo investimento che tanto sperate di poter fare al più presto. Ma sinceramente non riusciamo ad essere felici per voi. E come potremmo esserlo? Voi credete che acquistare un’auto nuova di concessionario sia un investimento e non vi rendete invece conto che si tratta in realtà solo ed esclusivamente di un costo, anzi di un susseguirsi di costi molto salati, che dilapideranno il vostro conto corrente anno dopo anno.

L’auto è un investimento o un costo?

Un’auto nuova di concessionario ha un prezzo iniziale davvero molto elevato. Può essere abbattuto acquistando la macchina a rate, certo, ma dovrete sicuramente dare un anticipo per poter accedere ad un finanziamento. Già questo basta e avanza per dilapidare i vostri risparmi e farvi scoprire cosa significhi avere il conto corrente in rosso. Va bene che il rosso è un colore di tendenza, salito sulle passerelle delle maison più chic al mondo, ma, credeteci, non vi consentirà di certo di regalare fascino al vostro conto bancario!

 

Fosse solo questo il problema, potremmo anche lasciar perdere tutti questi discorsi e unirci a voi nella vostra folle ricerca di un’auto nuova fiammante. Ma il punto è che il problema non riguarda di certo solo il costo iniziale e l’anticipo che dovete dare. I costi infatti che dovrete dal momento dell’acquisto di un’auto nuova sostenere sono innumerevoli. Tra questi:

  • Bollo auto. Il bollo auto è una tassa sulla proprietà della vettura. Trattandosi di una tassa, si tratta di una spesa obbligatoria. Provate a non pagare un bollo auto! Nel giro di qualche tempo, ecco che vi arriverà a casa una comunicazione in cui vi si richiede il pagamento, maggiorato ovviamente rispetto al costo iniziale in quanto ci sono sanzioni e interessi da prendere in considerazione. Non pagate neanche a seguito di questa comunicazione? Aspettatevi allora una bella cartella esattoriale. Contenti di scoprire tutto questo, non è vero?
  • Assicurazione auto. L’assicurazione auto è un’altra spesa che dovete necessariamente sostenere, che dovete sostenere prima di poter prendere l‘auto dal concessionario. Impossibile infatti far correre un’auto su una qualsiasi strada italiana se non è debitamente assicurata, lo dice la legge! Dato che assicurare la propria vettura non è solo una questione di legge, ma anche di buon senso, vi ritroverete sicuramente ad aggiungere qualche garanzia alla polizza di base, così da poter guidare sempre senza alcun tipo di pensiero. Se sarete dei guidatori responsabili, ecco insomma che la vostra assicurazione completa potrebbe costarvi un occhio della testa.
  • Revisioni e tagliandi. Ecco altre spese che devono necessariamente essere sostenute. Nel caso delle revisioni, è la legge a dirlo: le auto possono viaggiare su strada solo se sono state sottoposte ad appositi controlli, in modo che siano sicure e performanti. I tagliandi invece non sono obbligatori, ma fortemente consigliabili, per far sì che la propria vettura sia sempre in perfetto stato.
  • Manutenzione e riparazioni. Oltre alle spese obbligatorie per legge o fortemente consigliabili di cui vi abbiamo appena parlato, è necessario ricordare che le automobili possono rompersi. Solo con manutenzione costante a lungo nel tempo è possibile evitare che questo accada, una manutenzione che ovviamente comporta molte spese. Cambio olio, cambio dei filtri del condizionatore, sostituzione delle pasticche dei freni e simili: aprite il portafoglio, cara gente, perché di soldi da spendere ne avete davvero molti!
  • Carburante. Ma voi lo sapete, vero, che le automobili non vanno ad aria? Chissà magari un giorno sarà possibile, ma per il momento purtroppo no. Che la vostra auto sia a benzina, diesel o gasolio, il carburante vi costerà davvero molto.
  • Parcheggi e autostrade. Sarebbe bello un mondo dove le strisce blu non esistono e dove è possibile parcheggiare ovunque. Ma invece, cari guidatori, il mondo in cui viviamo è pieno zeppo di strisce blu, ormai onnipresenti, non solo in città, ma persino nelle periferie più lontane dal centro, persino nelle campagne. Armatevi quindi di tanti spiccioli per poter pagare i parcheggi. Sembrano pochi spiccioli, è vero, ma in fondo all’anno si tratta di cifre davvero stratosferiche. E come sarebbe bello se anche le strade non fossero a pagamento, se ci si potesse muovere senza spendere neanche un centesimo. Anche questa una chimera ovviamente, perché basta percorrere pochi metri in autostrada per dover sborsare un po’ dei vostri amati soldini.

 

Costi su costi, che si vanno ad aggiungere alle già innumerevoli spese che dovete sostenere ogni giorno, costi su costi che ci fanno pensare che acquistare un’auto nuova di concessionario non sia poi una buona idea. Forse sarebbe preferibile acquistare un’auto usata? Andiamo a scoprirlo insieme, seguiteci!

Investire in un’auto a basso costo: l’usato e il noleggio a lungo termine

Sarebbe preferibile acquistare un’auto usata? Sicuramente sì. Basta però che non vi facciate venire in mente di rispondere a degli annunci tra privati, di quelli che possono essere scovati direttamente online. Le compravendite tra privati hanno sempre qualcosa di losco, sono lunghe peggio di un processo italiano, sono estenuanti! Meglio fare affidamento su specialisti nella compravendita di auto usate che sono in grado di garantire un servizio personalizzato sulle vostre specifiche esigenze.

 

È preferibile acquistare un’auto usata perché costa nettamente meno rispetto ad un’auto nuova e quindi anche le rate di un eventuale finanziamento risultano più leggere. Tutti gli altri costi però restano. Impossibile eliminarli? Forse è possibile, con il noleggio a lungo termine. Niente investimenti, niente compravendite, niente soldi che se ne vanno in un solo istante. Non esistono costi iniziali e se c’è un anticipo da dare di solito si tratta di cifre irrisorie, senza dimenticare poi che nel canone mensile sono già inseriti tutti i costi che abbiamo prima elencato. Dato che sono già inseriti nel canone, è come se non esistessero. Pouf, svaniti nel nulla! Una pura magia.

 

E poi si tratta di auto nuove, eleganti, spesso lussuose, che hanno una marcia in più rispetto a qualsiasi auto che vi sareste mai potuti permettere di acquistare, che vi consentono di fare davvero i fighi per le strade della città. Sì, il noleggio a lungo termine è il modo ideale per riuscire a fare i fighi con un’auto, senza investire, senza acquistare, senza costi su costi che non fanno che danneggiare il vostro protafoglio. Godeteveli i soldi che avete guadagnato con tanta fatica, è arrivato davvero il momento di farlo!